Questi due letti sono il risultato di un processo progettuale rivolto a raggiungere l’essenziale.
L’elemento caratterizzante è lo spessore di soli 7 cm della struttura che continua lungo il fianco della testiera e sui comodini. Tutti gli elementi portanti stanno all’interno di questo spessore e sono assemblati solamente ad incastro, senza colle e viti metalliche.
Si doveva garantire la massima traspirabilità del materasso in lattice e quindi tale soluzione con doghe molto sottili ha permesso di ottenere una superficie d’appoggio più vuota che piena.
La struttura portante primaria, la testiera e i comodini sono stati realizzati in abete lamellare rifinito con smalto naturale e vegetale Durga mentre la struttura secondaria, comprese le doghe longitudinali, in cirmolo (pino cembro) non trattato che grazie alle essenze resinose in esso contenute rilascia nell’ambiente un profumo benefico.
Le gambe di olmo massiccio tornito sono arretrate e lasciate naturali per potenziare la percezione del profilo colorato del letto.
L’incastro d’angolo è costituito da una lama di rovere massiccio fissato con chiodi di legno, fissi da una parte ed estribili dall’altra per permettere un rapido montaggio/smontaggio e questi tre “bottoni” sono ben visibili sulla struttura diventando un elemento caratterizzante.

materiali utilizzati abete lamellare austriaco, cirmolo, olmo, rovere
dimensioni 210 x 185 cm
anno 2015